Regolamento Welfare Bilaterale


Per poter scaricare il modulo è necessario prima scorrere la pagina corrente fino alla fine per prendere visione dell'intero regolamento e confermare l'avvenuta lettura con il pulsante "AVANTI" che si trova al termine della pagina stessa.

REGOLAMENTO WELFARE BILATERALE ARTIGIANO IN FRIULI VENEZIA GIULIA (versione aggiornata a luglio 2022).


BENEFICIARI DELLE PRESTAZIONI

Dipendenti, titolari, soci e collaboratori familiari/coadiuvanti (per i rispettivi figli fiscalmente a carico del richiedente) delle imprese aderenti al sistema bilaterale dell’artigianato e che applichino e rispettino integralmente i contratti collettivi sottoscritti a qualunque livello dalle organizzazioni costituenti l’EBIART ed in regola con la contribuzione prevista dagli accordi sottoscritti dalle stesse parti datoriali e sindacali.


PRESTAZIONI E AMMONTARE DEGLI IMPORTI

1. CONTRIBUTO PER SERVIZI EDUCATIVI PER L’INFANZIA

Contributo sulla tariffa annuale di iscrizione ai servizi educativi per l’infanzia (bambini di età compresa fra i 3 ed i 36 mesi). Rientrano nella tipologia di servizi interessati i nidi d'infanzia, i micronidi, i nidi integrati alle scuole dell'infanzia ed i nidi aziendali.

L’entità del beneficio è pari al 20% della retta di frequenza, pagata per l’anno scolastico (settembre-giugno), sino ad un contributo massimo di 1.000 euro per anno educativo.

La domanda deve pervenire all’EBIART entro il termine massimo di 90 giorni dalla fine delle lezioni (così come definita dal calendario scolastico regionale) compilando la richiesta sul modulo W1 corredata dai seguenti documenti:

  • copia delle fatture/ricevute quietanzate relative alle spese sostenute per l’anno educativo in corso (iscrizione e rette pagate);
  • certificazione stato di famiglia e del carico familiare (anche in autocertificazione).
In virtù delle categorie reddituali ex art. 6 TUIR, le somme erogate a titolo di contributo di iscrizione agli asili nido non sono imponibili. Qualora il contributo sia inferiore alla spesa sostenuta, il beneficiario potrà portare a detrazione solo la parte non rimborsata.


2. CONTRIBUTO PER STUDI SCOLASTICI

A fronte dell’iscrizione dei propri figli ad istituti scolastici statali e paritari, è riconosciuto un contributo di:

  • a)130 euro per l’iscrizione alla scuola primaria (elementari);
  • b)200 euro per l’iscrizione alla scuola secondaria di primo grado (medie);
  • c)340 euro a fronte dell’iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado (superiori).
La domanda deve essere inoltrata all’EBIART compilando la richiesta sul modulo W2A o modulo W2B corredata dai seguenti documenti:
  • copia della certificazione attestante l’iscrizione per l’anno scolastico in corso rilasciata dalla segreteria dell'Istituto ad anno scolastico iniziato (non si accettano autocertificazioni);
  • certificazione stato di famiglia e del carico familiare (anche in autocertificazione).
La domanda deve essere presentata entro il termine massimo di 90 giorni dalla data di inizio delle lezioni (così come definita dal calendario scolastico regionale).
A decorrere dall’annualità 2022-2023, nell’accoglimento delle domande, verrà data priorità a quanti non abbiano beneficiato dello stesso contributo nelle due annualità precedenti (aa.ss. 2020-2021 e 2021-2022).

Gli importi erogati devono intendersi al lordo delle ritenute fiscali di legge. I beneficiari del contributo sono pertanto tenuti all’obbligo dichiarativo.
Per i soli lavoratori dipendenti, il contributo sarà erogato da EBIART per il tramite dell’impresa e la stessa erogherà quanto di spettanza della lavoratrice/lavoratore con la prima busta paga utile assoggettando l’importo alle ritenute fiscali di legge.
La prestazione è estesa agli studenti-lavoratori delle imprese aderenti al sistema bilaterale dell’artigianato, compresi titolari, soci e collaboratori familiari/coadiuvanti.


3. CONTRIBUTO PER STUDI UNIVERSITARI

Contributo di 850 euro al conseguimento della Laurea triennale che deve avvenire entro 4 anni dalla prima iscrizione;

Contributo di 650 euro al conseguimento della Laurea magistrale/specialistica che deve avvenire entro 3 anni dalla prima iscrizione;

Contributo fino a un massimo di 1.500 euro al conseguimento della Laurea magistrale a ciclo unico se avvenuta rispettivamente entro 6, 7 o 8 anni dalla prima iscrizione.

La prestazione è estesa agli studenti-lavoratori delle imprese aderenti al sistema bilaterale dell’artigianato, compresi titolari, soci e collaboratori familiari/coadiuvanti. I limiti temporali sopra definiti sono in questo caso accresciuti di 2 anni: per la Laurea triennale se conseguita entro 6 anni dalla prima iscrizione, entro 5 per la Laurea magistrale/specialistica, sino al massimo di 10 anni per la Laurea magistrale a ciclo unico.

La domanda deve essere inoltrata all’EBIART entro il termine massimo di 90 giorni dalla data di conseguimento del titolo accademico compilando la richiesta sul modulo W3A o modulo W3B corredata dai seguenti documenti:

  • certificato attestante il conseguimento del titolo accademico (con data del conseguimento) e indicazione degli anni accademici di iscrizione all’Università (non si accettano autocertificazioni);
  • certificazione stato di famiglia e del carico familiare (anche in autocertificazione).
Dal certificato rilasciato dalla segreteria dell’ateneo dovrà inoltre risultare chiaramente se si tratta di Laurea del vecchio ordinamento, Laurea specialistica magistrale del nuovo ordinamento, Laurea di primo livello del nuovo ordinamento.

Gli importi erogati devono intendersi al lordo delle ritenute fiscali di legge. I beneficiari del contributo sono pertanto tenuti all’obbligo dichiarativo.
Per i soli lavoratori dipendenti, il contributo sarà erogato da EBIART per il tramite dell’impresa e la stessa erogherà quanto di spettanza della lavoratrice/lavoratore con la prima busta paga utile assoggettando l’importo alle ritenute fiscali di legge. Per le prestazioni di cui ai punti 2) e 3) è inteso che il percorso di istruzione secondaria superiore e/o universitaria deve svolgersi nell’ambito del sistema d’istruzione italiano. Il relativo titolo di studio deve essere ricompreso nella classificazione Istat dei titoli di studio italiani.


4. CONTRIBUTO A SEGUITO DI DECESSO

Possono beneficiare di tale prestazione i prossimi congiunti del lavoratore, titolare, socio o collaboratore familiare/coadiuvante deceduto.

Sono considerati prossimi congiunti il coniuge, se non legalmente separato, il convivente more uxorio risultante dallo stato di famiglia ed i figli. In assenza di prossimi congiunti o nel caso in cui questi non presentino domanda, possono ottenere il contributo a seguito di decesso il coniuge legalmente separato, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado.

Il contributo può essere richiesto, singolarmente, da ciascuno degli aventi diritto ed esso è stabilito nella misura massima di 2.000 euro. In caso di pluralità di richiedenti, detto contributo sarà ripartito in egual misura tra essi, dopo lo scadere del termine fissato per la presentazione della domanda.

La domanda deve essere inoltrata all’EBIART entro 90 giorni dalla data del decesso, compilando la richiesta sul modulo W4 corredata dai seguenti documenti:

  • copia del certificato di morte;
  • certificazione stato di famiglia storico (anche in autocertificazione);
  • atto notorio o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante la qualifica di prossimo congiunto ai sensi del Regolamento;
  • copia del provvedimento del Giudice Tutelare (se tutore o amministratore del beneficiario).


SPECIFICHE PROCEDURALI

Le domande devono necessariamente essere inserite sul portale dedicato al fine della corretta protocollazione. Questa attività può essere svolta dagli operatori incaricati da EBIART presso i Bacini territoriali e/o le sedi delle Organizzazioni socie ovvero presso la sede regionale di EBIART. Non è consentito l’invio via posta, e-mail e/o posta certificata delle domande e della relativa documentazione.

Gli interventi sono cumulabili.

Per le prestazioni di cui ai punti 1), 2) e 3) entrambi i genitori non possono richiedere il contributo per lo stesso figlio anche se lavoratori di aziende diverse ed entrambe aderenti all’EBIART.

Le prestazioni, presentate con modalità “a sportello” utilizzando la modulistica pubblicata alla pagina https://www.ebiart.it/welfare-bilaterale/welfare-bilaterale.aspx e debitamente compilata in ogni sua parte, saranno erogate fino a concorrenza e nel limite massimo delle somme stanziate annualmente nel bilancio preventivo di EBIART.

Il Consiglio di Amministrazione di EBIART ha facoltà di apportare, anche in corso d’esercizio, variazioni al bilancio preventivo, intervenendo sulle risorse messe a disposizione per gli interventi del Welfare Bilaterale.

I contributi verranno erogati tramite accredito su c/c bancario. L’assenza del codice IBAN, della documentazione e degli altri requisiti previsti dal presente regolamento determinano il mancato accoglimento della domanda.

Le pratiche saranno liquidate previa verifica della regolarità contributiva, della documentazione prevista e compatibilmente con i tempi tecnici necessari. La regolarità contributiva dell’impresa è richiesta a partire dai 36 mesi antecedenti alla data di presentazione della domanda o, se successivo, dal mese in cui è stato assunto il primo dipendente.

Qualsiasi eventuale controversia sarà assoggettata al giudizio insindacabile ed inappellabile del Consiglio di Amministrazione di EBIART.


COME SI PRESENTA LA DOMANDA

La domanda, su formato cartaceo e corredata dai relativi allegati, deve essere presentata presso la sede dell’EBIART in Udine o presso una delle sedi dei cinque Bacini territoriali dell’Ente Bilaterale Artigianato presenti sul territorio regionale.

Gli aggiornamenti, le informazioni ed il monitoraggio sullo stato della pratica saranno invece disponibili sull’APP appositamente creata.


A CHI CHIEDERE INFORMAZIONI

EBIART – largo dei Cappuccini 1/c 33100 Udine

e‐mail: info@ebiart.it, phone: 0432 299 938, receipt: 0432 299 954